Chi siamo

L’Agesci (Associazione guide e scout cattolici italiani) in Veneto è costituita da 225 gruppi (censimento 2016), per un totale di 24.443 soci di cui 4.213 capi educatori.

La Regione Agesci Veneto è così strutturata:
– Responsabili Regionali e Comitato Regionale
– Incaricati alle Branche
– Incaricati ai Settori
– Consiglio Regionale
– Assemblea Regionale

L’Agesci Veneto si compone di un Comitato regionale – presieduto dai Responsabili regionali, un uomo e una donna – di un Consiglio regionale e si avvale della presenza degli incaricati regionali alle Branche e ai Settori.

Comitato regionale Agesci Veneto
Responsabile regionale: Silvia Pennacchia
Responsabile regionale: Ivano De Biasio
Assistente ecclesiastico: Don Valter Perini

Incaricata alla Formazione capi: Chiara Costantini
Incaricato alla Formazione capi: Agostino di Placido
Incaricata al Coordinamento metodologico:  Olga Zanazzi
Incaricato al Coordinamento metodologico:Daniele Pavanello
Incaricato all’OrganizzazioneMarco Rossini
Incaricata all’OrganizzazioneLisa Anastasio

Incaricata alla branca Lc: Alice Paolin
Incaricato alla branca Lc: Andrea Berto
Incaricata alla branca Eg: Martina Fianco
Incaricato alla branca Eg: Enrico Valerio
Incaricata alla branca Rs: vacante
Incaricato alla branca RsDaniele Dian
Incaricato al Settore  Comunicazione: Fabio Fogu 
Incaricato  al Settore
Protezione Civile: Enrico Bonato 
Incaricata al Settore Giustizia, Pace e NonViolenza: vacante
Incaricato al Settore 
Foulard Bianchi: Maurizio Ferraro 
Incaricato al Settore Competenze: Gregorio Gecchele 
Incaricato al Centro Studi: Tiziano Ballarin 
Tesoriere: Piolo Tiozzo 
Incaricato al Settore Nautico: Federica De Carli

Ne fanno parte:

  • i componenti il Comitato regionale;
  • i Responsabili e gli Assistenti ecclesiastici di Zona;
  • gli Incaricati regionali alle Branche;
  • i Consiglieri generali eletti in Regione;
  • con solo diritto di parola gli Incaricati nominati ed i Consiglieri generali nominati per un anno da Capo Guida e Capo Scout e censiti in Regione.
  • Licastri Giorgia(Belluno)
  • Galiazzo Alberto (Castelfranco Veneto)
  • Solivo Giulia (Castelfranco Veneto)
  • Abbate Laura (Mestre)
  • Traversari Matteo (Mestre)
  • Boraso Giulia (Padova colle mare)
  • Russo Federico (Padova colle mare)
  • Betto Luisa (Padova del Brenta)
  • VACANTE (Padova del Brenta)
  • Rigon Ugo (Rovigo)
  • Barbato Silvia (Scorzè)
  • Antonio Ferraris (Scorzè)
  • Negro Andrea (Treviso)
  • Borga Flavia (Treviso)
  • Ballarin Claudia (Venezia Isole)
  • Menegazzi Andrea (Venezia Isole)
  • Anselmi Gemma (Verona Est)
  • Migliorini Elia (Verona Est)
  • Antonioli Luca (Verona Monte Baldo)
  • Dal Prete Elisabetta (Verona Custoza)
  • Graser Silvana (Vicenza Berica)
  • Pittoni Matteo (Vicenza Berica)
  • Lora Giulio (Vicenza Piccole Dolomiti)
  • VACANTE (Vicenza Tre Valli)
  • Santorso Marco (Vicenza Tre Valli)
  • De Biase Gaetano (Vittorio Veneto)

L’Assemblea regionale dell’Agesci Veneto assume la forma di Assemblea per delegati.

Secondo l’art. 32 dello Statuto
Art. 32 – Assemblea regionale
L’Assemblea regionale è convocata per:
a. approvare il programma regionale e verificarne l’attuazione, partendo dalle indicazioni prioritarie identificate dal Consiglio regionale;
b. stabilire la composizione del Comitato regionale;
c. eleggere, tra i capi censiti nella Regione, i Responsabili regionali e gli altri membri del Comitato regionale;
d. eleggere: un’Incaricata e un Incaricato alla Branca Lupetti/Coccinelle, un’Incaricata e un Incaricato alla Branca Esploratori/Guide, un’Incaricata e un Incaricato alla Branca Rover/Scolte;
e. discutere sugli orientamenti di politica associativa del livello nazionale che costituiranno le strategie nazionali d’intervento, partendo anche dai contributi emersi dal livello di Zona;
f. proporre argomenti ed esprimere un parere sull’ordine del giorno del Consiglio generale;
g. approvare i bilanci della Regione;
h. deliberare l’eventuale delega al Consiglio regionale delle competenze in merito al programma regionale.
Ne fanno parte tutti i soci adulti censiti nella Regione.
Gli adulti in formazione censiti nella Regione partecipano con solo diritto di voto ed elettorato attivo.
Le Regioni possono adottare la forma dell’Assemblea delegata, secondo le modalità stabilite dal Consiglio generale.
L’Assemblea regionale è convocata dai Responsabili regionali almeno una volta all’anno; in caso di impossibilità di convocazione a cura dei Responsabili regionali, essa è indetta dal componente
più anziano di carica del Comitato regionale ovvero dal capo nominato dai Presidenti del Comitato nazionale ai sensi dell’art. 36 del presente Statuto.

Il regolamento che governa la nostra Assemblea è stato approvato il 22 novembre 2015. Lo trovi nelll’area documenti

Per la partecipazione all’Assemblea Regionale per Delegati si ricordano le seguenti norme:
Art. 4 – Componenti dell’Assemblea Regionale Agesci dei Delegati
I componenti dell’Assemblea Regionale dei Delegati dell’Agesci Veneto sono:

  1. i membri del Consiglio Regionale;
  2. capi e capo in possesso di elettorato attivo, (con esclusione dei Capi e Capo già compresi nel punto a.) nella misura del doppio del numero dei Gruppi censiti nella Zona. I delegati sono individuati per metà dal Consiglio di Zona e per metà dalle Comunità Capi in rappresentanza del proprio Gruppo.

Alla luce dello Statuto e del Regolamento Agesci, norme di ordine superiore, sono delegabili tutti i soci adulti censiti nella Regione indipendentemente dalla formazione o dall’incarico.
Art. 7 – Quorum
L’Assemblea è validamente costituita in sessione ordinaria e straordinaria con la rappresentanza del 80% delle Zone della Regione e del 50%+1 dei gruppi della Regione, tale rappresentanza va verificata entro le due ore successive a quella fissata per la convocazione

Per effetto delle modifiche statutarie del Consiglio Generale 2011 possono partecipare all’assemblea come delegati tutti i soci adulti censiti nella Regione. viene superata la disposizione dell’ultimo comma dell’art. 4)

I soci adulti sono:

  • i Capi,
  • gli Adulti in formazione,
  • i Capi temporaneamente non in servizio,
  • gli Assistenti ecclesiastici.

Si invitano i Responsabili di Zona, per quanto possibile, ad individuare delegati del Consiglio di Zona dopo aver indicato i delegati dei gruppi